• Fao e Comune di Milano: insieme per rendere sistemi alimentari urbani più sostenibili

    Print
    Mondo fame %c2%a9 thaut images   fotolia

    La Fao (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura) e il Comune di Milano hanno deciso di lavorare insieme per rendere i sistemi alimentari di 116 città più sostenibili e attenti alle tematiche ambientali. È questo il contenuto del “Milan Urban Food Policy Pact”, siglato lo scorso ottobre dall'Organizzazione e dall'amministrazione lombarda, nell'ambito delle iniziative collegate a Expo Milano 2015. Il progetto punta a realizzare una piattaforma internazionale diretta a combattere la fame e gli sprechi alimentari nei centri urbani.

    La collaborazione con il Comune di Milano rientra nel quadro della campagna Fao diretta a evidenziare che, con l'impegno di tutti e con la volontà politica adeguata, la fame può essere sconfitta entro il 2030. L'Organizzazione invita tutti ad attivarsi per rendere questa generazione la “generazione fame zero”.

    Lo Urban Food Policy Pact è stato sottoscritto finora da 116 municipalità, che si sono impegnate ad aderire ai seguenti principi: garantire la disponibilità di cibi salutari per tutti; promuovere la sostenibilità dei sistemi alimentari; educare la popolazione a mangiare in modo sano; ridurre gli sprechi alimentari.

    “I centri urbani rivestiranno un ruolo fondamentale nel raggiungimento degli «Obiettivi di sviluppo sostenibile» adottati a livello mondiale, e la Fao riconosce l'importanza di iniziative come questa nel sostenere l'«Agenda per lo Sviluppo Sostenibile», inclusa l'eliminazione della fame entro il 2030 – osserva José Graziano da Silva, Direttore Generale della Fao -. Il Milan Urban Food Policy Pact rappresenta un'iniziativa preziosa e ambiziosa, che potrà svilupparsi solo attraverso una forte collaborazione tra i diversi attori e il coinvolgimento attivo della società civile e del settore privato. La Fao è disposta a sostenere questo sforzo e a promuovere la condivisione delle migliori pratiche tra le città”.

    “La Fao ha collaborato fin dall'inizio con Milano e con altre città, nei paesi sviluppati e in quelli in via di sviluppo, per delineare il primo patto internazionale dei sindaci per la realizzazione di politiche alimentari urbane intelligenti – afferma Giuliano Pisapia, sindaco di Milano -. Apprezzo molto la decisione della Fao di portare avanti questa collaborazione strategica. Lavorando insieme, città e organizzazioni internazionali possono contribuire in modo decisivo a combattere la fame e a creare nuovi modelli di sviluppo verso un mondo più equo e sostenibile”.

     

    Foto: © Thaut Images - Fotolia

    redazione 04-12-2015 Tag: faoMilanofamesprechi alimentarisostenibilitàcittà
Articoli correlati