• AgrOsserva, 2016 soddisfacente per l'agricoltura

    Print
    Agricoltura

    Nonostante il un quadro macroeconomico resti incerto, rendendo fragili i canali di crescita della fiducia di famiglie e imprese, l'andamento dell'economia agricola nazionale può considerarsi soddisfacente, sia rispetto l'esito del 2016 e sia rispetto alle prospettive del nuovo anno. Il quadro emerge dal rapporto per il quarto trimestre 2016 di AgrOsserva, promosso da Ismea.


    Andamendo domanda - I cambiamenti in atto degli stili di consumo dei prodotti agroalimentari non hanno intaccato il binomio mercato interno-mercato estero che garantisce sempre grandi opportunità, soprattutto per le produzioni tipiche e di qualità.

    Andamento offerta - Ferme restando le variabili endogene del settore agricolo che condizionano da sempre raccolti e produzioni, va considerato che l'imminente mini mid-term della Politica agricola comunitaria e l'entrata a pieno regime dei bandi PSR a sostegno degli investimenti in agricoltura, potrebbero implicare già a partire dal 2017 una lieve modifica della fisionomia del settore agricolo nazionale. 

    Fattori 2016 - Una volta definite queste premesse, il 2016 viene archiviato dall'agricoltura italiana all'insegna di fattori sia positivi che negativi. In particolare, nel corso dell'anno diminuiscono i costi degli input produttivi, ma calano ancora di più i prezzi agricoli alla prima fase di scambio; continua a crescere l'export, ma si contrae la spesa interna delle famiglie per beni agroalimentari; aumenta il numero degli occupati, ma diminuisce il credito bancario. 


    Bilancio 2016 - Sul fronte produttivo, sarebbe già un buon risultato se il valore aggiunto agricolo reale confermasse nel 2016 il livello dell'anno precedente, quando grazie ad una congiuntura meteorologica particolarmente favorevole era riuscito a registrare una crescita media annua di quasi 4 punti percentuali. 

    red. 21-03-2017 Tag: agricolturaagroalimentareexportconsumi alimentari
Articoli correlati