• Individuato enzima capace di migliorare resistenza delle colture alla siccità

    Print

    Aumenta idratazione delle piante

    Siccit

    L'impiego di un enzima in agricoltura potrebbe migliorare la resa delle colture e rendere le piante più resistenti alla siccità. Lo hanno scoperto gli scienziati della The Australian National University di Acton (Australia) e dell'Università di Cambridge (Regno Unito), durante uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Experimental Botany.

    Gli studiosi hanno osservato che il sorgo, la canna da zucchero, il miglio e il granturco resistono meglio alle condizioni climatiche avverse rispetto a frumento e riso. Il motivo? Utilizzano una forma di fotosintesi, chiamata C4, che aumenta la capacità di trasformare l'anidride carbonica, la luce e l'acqua in zuccheri. Questo processo è considerato un adattamento evolutivo che fornisce dei vantaggi, in termini di sopravvivenza, alle piante cresciute in condizioni di alte temperature e scarse precipitazioni.

    Nel corso della ricerca, il team anglo-australiano ha scoperto che alla base di C4 ci sarebbe un enzima chiamato anidrasi carbonica (o carbonato deidratasi), che sarebbe essenziale per la conversione dell'anidride carbonica contenuta nell'aria in liquidi. La sua azione consentirebbe, quindi, di aumentare l'idratazione dei vegetali. Gli esperti ritengono, pertanto, che sfruttare le capacità di questo enzima potrebbe rafforzare la resistenza delle piante in condizioni di siccità. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per verificare il ruolo svolto dall'anidrasi carbonica in condizioni climatiche estreme.

    redazione 21-10-2016 Tag: pianteCOLTUREenzimasiccitàfotosintesiclima
Articoli correlati