• Mais, grano e soia negli Stati Uniti: le previsioni 2013-2014

    Print
    Corn

    Si prospettano tempi duri per l'agricoltura statunitense: secondo gli esperti alla fine della stagione commerciale 2013-2014, le scorte di mais ammonteranno a 1,758 miliardi di bushel, ben al di sotto dei 2,004 miliardi ipotizzati nelle ultime previsioni. Decisamente diversa la situazione prospettata per la soia, che dovrebbe chiudere la stagione 2013-2014 con 273 milioni di bushel di scorta contro i 265 precedentemente stimati. Il motivo? Per quanto riguarda il mais, i ritardi nella semina della scorsa primavera. Per la soia, un fenomeno esattamente opposto – cioè semine più abbondanti rispetto a quanto preventivato –, cui bisogna sommare il forte aumento delle importazioni dalla Cina.

     

    Per quanto riguarda, invece, il grano – la cui produzione per questa stagione dovrebbe essere pari a 2,026 miliardi di bushel -, gli analisti prevedono che al 31 maggio 2014 saranno 634 i milioni di bushel di scorta, a fronte di una precedente previsione di 670 milioni. In questo caso i responsabili della riduzione sarebbero sia il ritardo delle semine primaverili, sia le condizioni non ottimali del raccolto delle coltivazioni invernale. Positive, invece, le stime sulla chiusura dell'ultima stagione commerciale, che dovrebbe corrispondere a 734 milioni di bushel contro i 731 previsti.

     

    Secondo Chad Henderson, presidente della Prime Ag Consultatnts di Brookfield (Usa), anche con un'area coltivata ridotta di 2 milioni di acri, le provviste di mais saranno abbondanti. Per quanto riguarda, invece, la fine della stagione commerciale attualmente in corso, la chiusura dovrebbe essere meno negativa, con una scorta di 748 milioni di bushel di mais contro i 759 milioni precedentemente stimati e 125 milioni di bushel di soia, tanto quanto previsto nelle ultime proiezioni.

     

    Silvia Soligon 13-06-2013 Tag: maissoiagranoscortestati unitiprevisioni
Articoli correlati