• Soia, nel 2014 aumenterà la coltivazione?

    Print

    Grazie ai compratori cinesi il mercato del seme oleoso è in espansione

    Soia1

    I prezzi e i titoli in salita della soia degli ultimi tempi porteranno, nel corso del prossimo anno, all'aumento dei terreni destinati alla coltivazione del seme oleoso. Al contrario, è molto probabile che gli ettari destinati al mais diminuiranno: ad affermarlo è Bob Maurer, analista di mercato e co-fondatore del Manduca Trading LLC di Chicago (Usa). "Ritengo che gli ettari coltivati a soia aumenteranno - spiega Maurer. I prezzi di questa coltura sono stati ben assimilati. In gran parte la richiesta di soia arriva dalla Cina, dove l'industria del maiale sta crescendo enormemente. Hanno ampi margini che permettono loro di andare avanti e continuare a comprare soia. Tutto questo sta favorendo l'aumento dei prezzi della coltura. Credo che, matematicamente, puntare sulla soia sarà la cosa più sensata".

     

    L'andamento della soia - A marzo, maggio e luglio la soia veniva valutata oltre i 12,80 dollari per bushel. Ad agosto era scesa a 12,50 dollari. Tra settembre e novembre sono state registrate più flessioni al di sotto dei 12 dollari - a settembre un bushel era valutato circa 12 dollari e a novembre è stata raggiunta quota 11,50: un andamento, spiegano gli esperti, che stava a indicare l'attesa dell'aumento delle forniture grazie alle rese provenienti dai Paesi sudamericani.


    Valutazione in crescita - Attualmente la valutazione è in risalita. I titoli del seme oleoso per gennaio 2014 prevedono infatti 13,45 dollari per bushel. Una cifra poco più alta rispetto a quella registrata nella prima settimana di dicembre, che si è chiusa con 13,20 dollari per bushel.

     

    m.c. 16-12-2013 Tag: soiareseraccoltocoltivazionemercatotitoli
Articoli correlati