Home Attualità Dati e alimentazione, nuova sezione nel portale FaoStat

Dati e alimentazione, nuova sezione nel portale FaoStat

737
0

La Fao, l’Organizzazione delle Nazioni unite per l’alimentazione e l’agricoltura, ha lanciato una nuova sezione nel portale FaoStat per contribuire a colmare le lacune nei dati e fornire una migliore guida per le politiche dei sistemi agroalimentari sensibili alla nutrizione. Si tratta del settore Alimentazione e Dieta, che a sua volta ha quattro sotto-settori frutto della collaborazione tra le divisioni Alimentazione e Nutrizione, Statistica e Pesca e Acquacoltura della Fao.

Ad annunciarlo è stata la stessa FAO, specificando che questa sezione presenta statistiche armonizzate su cibo e nutrienti provenienti da diversi tipi e fonti di dati alimentari: riporta statistiche sulla disponibilità, il consumo apparente e l’assunzione dietetica di cibi, energia e 17 principali nutrienti, cogliendo così diverse dimensioni lungo la catena di approvvigionamento alimentare, dalla fornitura fino al consumo a livello individuale.

Le statistiche sono disponibili dal 2010 per 186 paesi nella sezione sulla disponibilità alimentare e nutrizionale. Il consumo apparente di cibo e nutrienti è derivato dai dati raccolti nelle indagini sul consumo e sulle spese delle famiglie, disponibili solo in alcuni Paesi. Sono presenti anche informazioni sugli introiti alimentari e nutrizionali provenienti da indagini rappresentative a livello nazionale sull’assunzione individuale.

Il nuovo settore fornisce informazioni critiche sui nutrienti andando ben oltre il solo concetto delle calorie e la speranza è che questo aiuti a definire le priorità dei sistemi agroalimentari e spinga i Paesi a investire per rendere i dati delle indagini più facilmente disponibili.

“I regimi alimentari sono il collegamento tra i sistemi alimentari e diversi fattori in campo nutrizionale e sanitario. Sono necessarie statistiche robuste sulla disponibilità di cibo e nutrienti, e sul consumo alimentare e nutrizionale a livello familiare e individuale, per comprendere la situazione locale e sviluppare politiche e programmi che consentano di avere diete sane per tutti”, ha detto in un comunicato stampa Lynnette Neufeld, Direttrice Alimentazione e Nutrizione della Fao.

In questo senso il nuovo settore del portale FaoStat serve a “migliorare la disponibilità di dati per informare sulla trasformazione dei sistemi agroalimentari verso una produzione di cibo nutriente e sano necessario per ottenere diete sane per tutti”, ha aggiunto Jose Rosero Moncayo, Capo Statistico della FAO e Direttore della Divisione Statistica.

Tra i risultati del nuovo settore Alimentazione e Dieta si osserva che l’approvvigionamento globale di energia e nutrienti è aumentato tra il 2010 e il 2021, sebbene il tasso di aumento differisse da nutriente a nutriente. La disponibilità globale di grassi e riboflavina (vitamina B2) ha registrato i maggiori aumenti, seguiti da fibre dietetiche e calcio, mentre carboidrati e tiamina (vitamina B1) hanno registrato i minori aumenti. A livello familiare le statistiche per gruppo di reddito sono state calcolate per 26 Paesi su 30: in questi Paesi le persone del quintile di reddito più basso hanno avuto un’assunzione i ambito domestico di proteine di origine animale inferiore rispetto a quelle del quintile di reddito più alto.