Home Attualità Fertilizzazione di precisione nel grano: CREA rivela vantaggi economici e ambientali

Fertilizzazione di precisione nel grano: CREA rivela vantaggi economici e ambientali

28
0
raccolti

La fertilizzazione nelle coltivazioni di grano non è solo una questione di resa economica, ma anche di impatto ambientale: la dispersione eccessiva di fertilizzanti, con il rischio di inquinamento delle falde acquifere, è una preoccupazione sempre presente ma le moderne tecnologie agricole stanno offrendo soluzioni innovative per affrontare queste sfide, come dimostra uno studio condotto dal CREA (il Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria) che si può leggere qui.

L’obiettivo dello studio, condotto all’interno del progetto AGRIDIGIT, era valutare gli effetti della fertilizzazione di precisione a rateo variabile sulla coltivazione del grano. Lo studio è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista internazionale Sustainability. I ricercatori del CREA hanno confrontato due modalità di distribuzione di fertilizzanti su un campo di grano di circa 15 ettari a Treviglio (BG): nel primo anno, è stata utilizzata una distribuzione uniforme, mentre nel secondo anno si è adottata la fertilizzazione di precisione a rateo variabile, basata su una mappa di prescrizione elaborata dall’analisi dei dati raccolti sul campo.

I risultati sono stati sorprendenti.

La fertilizzazione di precisione ha portato a un aumento significativo della produzione nelle aree trattate secondo la mappa di prescrizione, con un incremento del 14% rispetto all’anno precedente. Questo aumento della resa non solo ha contribuito alla redditività complessiva del campo, ma ha anche dimostrato i vantaggi della distribuzione mirata dei fertilizzanti.

Inoltre, la distribuzione a rateo variabile ha consentito di adattare la disponibilità di nutrienti alle esigenze specifiche delle piante, riducendo il rischio di contaminazione delle falde acquifere dovuto all’eccesso di fertilizzanti. Questo approccio mirato non solo migliora le prestazioni agronomiche, ma riduce anche l’impatto ambientale negativo associato alla fertilizzazione. L’utilizzo di tecnologie satellitari per guidare la distribuzione dei fertilizzanti ha anche fornito un sistema efficace per registrare e tracciare le informazioni, contribuendo così alla gestione ottimizzata delle risorse agricole.