Home Attualità Ismea-Parmigiano Reggiano, nasce l’Osservatorio sulle scorte

Ismea-Parmigiano Reggiano, nasce l’Osservatorio sulle scorte

514
0

Nasce l’Osservatorio sulle scorte del Parmigiano Reggiano. Il progetto prende avvio dalla collaborazione tra il Consorzio di tutela del Parmigiano Reggiano e l’Ismea e avrà l’obiettivo di monitorare le scorte di prodotto. L’osservatorio contribuirà, nel rispetto di principi di trasparenza e libera concorrenza tra tutti gli operatori interessati, ad attuare gli obiettivi fissati dal Piano regolazione offerta del Parmigiano Reggiano 2023-2025, approvato dal Mipaaf l’11 luglio 2022. La predisposizione dello strumento conoscitivo è stato oggetto di uno specifico protocollo d’intesa firmato dal presidente dell’Ismea Angelo Frascarelli e dal presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano Nicola Bertinelli.

Scopo e caratteristiche del nuovo Osservatorio sulle scorte del Parmigiano Reggiano

La creazione dell’Osservatorio sulle scorte del Parmigiano Reggiano muove dall’esigenza di colmare il vuoto di fonti statistiche ufficiali attualmente esistente per il mercato dei formaggi duri, una problematica che assume connotati particolarmente accentuati per un prodotto a “lunga stagionatura” come il Parmigiano Reggiano, contraddistinto da tempi molto lunghi tra l’impostazione delle scelte produttive e l’immissione in commercio del prodotto finito e, di riflesso, dalla necessità di avere strumenti di regolazione dell’offerta. Inoltre il nuovo strumento fornirà le massime garanzie di totale riservatezza dei dati degli operatori coinvolti. 

L’Osservatorio – la cui progettazione, gestione, attività di raccolta ed elaborazione dei dati è affidata a Ismea – servirà pertanto a misurare con esattezza la consistenza dell’offerta per fornire al Consorzio gli elementi conoscitivi necessari ad operare una valutazione puntuale delle condizioni di equilibrio del mercato e a impostare le conseguenti scelte per la filiera. Sarà inoltre uno strumento utile anche per gli operatori, che potranno utilizzarlo per migliorare l’analisi delle proprie performance e delle strategie. Grazie al progetto, che diventerà operativo con la definizione dei protocolli operativi di raccolta dati, sarà possibile elaborare e rendere disponibile a livello aggregato la fotografia delle giacenze totali di prodotto Dop per periodo di produzione, indispensabile per il Piano stesso e per la sua gestione.

Il commento dei firmatari

“Questo protocollo innovativo ci permette di aggiungere un tassello fondamentale per rendere più precise e affidabili le valutazioni degli scenari e, di conseguenza, le scelte sulla regolazione dell’offerta, con una maggiore efficienza degli investimenti e più equilibrio per il mercato”, ha dichiarato Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano. “Il progetto non è utile solo per il Consorzio del Parmigiano Reggiano, ma rappresenta un modello apripista per tutti i prodotti con tempi lunghi di maturazione e stagionatura”. 

“Fornire dati e informazioni per orientare le scelte degli operatori della filiera agroalimentare è una delle mission di Ismea – ha aggiunto il presidente dell’Ismea, Angelo Frascarelli -. L’Istituto è lieto di mettere il suo know how e il suo patrimonio informativo al servizio di una delle principali eccellenze del Made in Italy. L’attività di monitoraggio degli stock, una volta operativa, potrebbe in futuro essere messa a disposizione anche altri prodotti Dop a lunga stagionatura”.