Home Attualità Allevamenti, la salute degli animali è un pilastro per la sicurezza alimentare

Allevamenti, la salute degli animali è un pilastro per la sicurezza alimentare

675
0
latte_metano

La salute e il benessere degli animali da allevamento non è una questione squisitamente etica ma riguarda molto da vicino il tema della sicurezza alimentare. Gli animali, proprio come le persone, possono ammalarsi e richiedono cure adeguate: ridurre le infezioni animali, indipendentemente dalla tipologia di allevamento, è essenziale per migliorare la sicurezza alimentare e le rese e ridurre la sofferenza degli animali stessi. Buon allevamento, biosicurezza e igiene sono, secondo European Livestock Voice, i pilastri della protezione della salute e del benessere degli animali negli allevamenti europei.

Selezione degli animali e piano di gestione

La buona salute degli animali da allevamento inizia con la selezione, ovvero quando l’agricoltore, coadiuvato da un veterinario e altri consulenti agricoli, seleziona tratti come la longevità degli animali, la robustezza, l’efficienza nell’uso delle risorse e l’impatto ambientale. La selezione è seguita dalla stesura di un piano di gestione della salute degli animali, che include concetti e tecnologie come biosicurezza, alloggi adeguati, buona igiene, alimentazione appropriata, monitoraggio regolare della salute e del benessere.

Vaccinazione e buona nutrizione

L’uso della vaccinazione per prevenire le malattie, insieme a una buona igiene dell’allevamento, ai piani sanitari per la mandria e a una buona nutrizione, sono le condizioni necessarie a ridurre l’insorgenza di malattie batteriche negli animali da allevamento per le quali l’uso della diagnostica e di altre tecnologie innovative come il monitoraggio digitale può aiutare nell’intervento precoce, con una gestione sanitaria più accurata e precisa.

Negli ultimi anni l’accresciuta sensibilità degli allevatori e delle autorità circa la salute e il benessere degli animali da allevamento ha migliorato l’efficienza della gestione degli allevamenti, ad esempio riducendo il mangime e ottenendo risultati simili se non migliori, aspetto che ha migliorato anche la profittabilità delle attività di allevamento e la sostenibilità ambientale degli allevamenti.