Home Attualità Una Piattaforma del quadripartito contro la “pandemia silenziosa”

Una Piattaforma del quadripartito contro la “pandemia silenziosa”

448
0

I batteri resistenti ai trattamenti antimicrobici uccidono ogni anno 1,3 milioni di persone, una cifra che è destinata a salire se non saranno intraprese azioni concrete, al più presto, sugli usi impropri, gli abusi e gli eccessi dei prodotti antimicrobici. È quanto sostiene la Piattaforma di partenariato multilaterale AMR, acronimo che indica proprio la resistenza antimicrobica, che riunisce le voci globali di tutti i settori interessati da questo problema attraverso l’approccio “One Health”. La Piattaforma One Health, costituita dal cosiddetto “quadripartito”, ovvero dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP), dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e dall’Organizzazione mondiale per la salute animale (WOAH), si basa sul riconoscimento che la salute umana, la salute animale e la salute dell’ecosistema siano legate indissolubilmente. E tra le maggiori minacce alla salute – umana, animale e in generale dell’ecosistema – c’è proprio la resistenza antimicrobica.

La resistenza antimicrobica è considerata una sfida globale sfaccettata, meglio nota come “pandemia silenziosa”, considerata una delle dieci principali minacce globali alla salute pubblica per l’umanità nel XXI Secolo. Una pandemia che va affrontata, riferisce la World Organization for Animal Health, con un maggiore coordinamento, una leadership politica, azioni mirate interdisciplinari e multisettoriali da parte di tutta la società per salvaguardare la salute del pianeta.