Home Attualità Fao, al via nel 2016 il censimento dell’agricoltura mondiale

Fao, al via nel 2016 il censimento dell’agricoltura mondiale

968
0
grano

Nel 2016 partirà il nuovo censimento dello stato dell’agricoltura globale. A promuoverlo è la Fao (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura) che, per facilitarne la realizzazione, ha pubblicato il documento: “World Program of the Census of Agriculture 2020, Volume I: Programme, concepts and definitions”. Si tratta di linee guida dirette ad aiutare le autorità nazionali a raccogliere i dati relativi al comparto agricolo nel proprio Paese.

Il censimento raccoglierà informazioni e statistiche provenienti da tutto il mondo. Secondo la Fao, aiuterà a promuovere lo sviluppo agricolo e rurale, a garantire l’accesso alla terra, a migliorare la sicurezza alimentare e a ridurre l’impatto ambientale nocivo delle attività agricole. I dati raccolti, inoltre, consentiranno agli operatori del settore privato di assumere decisioni consapevoli, che guideranno i loro investimenti nelle attività di agro-business.

Le linee guida specificano quali notizie devono essere raccolte. Si tratta, in particolare, del resoconto completo della struttura del settore agricolo, che comprende:
– il numero e le dimensioni delle aziende;
– l’utilizzo effettivo del suolo;
– la superficie coltivata;
– l’intensità delle colture;
– gli impianti d’irrigazione;
– l’impiego di input agricoli;
– il numero dei capi di bestiame;
– i dati demografici e l’occupazione degli agricoltori.

Inoltre, le linee guida indicano, per la prima volta, come ottenere le informazioni relative alla pesca, alle emissioni dei gas responsabili dell’effetto serra e al rilascio di sostanze inquinanti durante le attività produttive agricole. In particolare, la Fao sostiene l’impiego delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione nel corso delle diverse fasi del censimento. L’Organizzazione evidenzia che l’uso di dispositivi di geolocalizzazione (come Gps e Gis), telefoni cellulari, tablet e computer portatili offre la possibilità di accelerare il processo di raccolta dati e migliorarne l’accuratezza.

 

Foto: © mozZz – Fotolia

redazione