Home Attualità Usa: buone le coltivazioni di mais e soia, ma prezzi restano bassi

Usa: buone le coltivazioni di mais e soia, ma prezzi restano bassi

620
0

Negli Stati Uniti, il 69% della produzione di mais e il 62% di quella di soia si classificano “tra buono ed eccellente”. Ciò dimostra che le colture hanno reagito bene alle avversità climatiche che hanno colpito diversi paesi nordamericani in primavera e all’inizio dell’estate. Nonostante le piogge torrenziali e i campi allagati, le coltivazioni statunitensi godono quindi di buona salute, secondo un’editoriale pubblicato su Farm Futures.

Tuttavia, i prezzi restano bassi. Il costo del mais resta inferiore ai 4 dollari per bushel, mentre quello della soia si attesta sotto ai 10 dollari per bushel. La caduta del costo del mais è dovuto alla previsione di nuove minacce climatiche e al dollaro forte, che ostacola le esportazioni.

Le vendite all’estero della soia risultano dimezzate rispetto all’anno scorso, mentre quelle del mais sono inferiori del 35%. In particolare, i produttori americani sono preoccupati dalle difficoltà economiche cinesi, che potrebbero influenzare la domanda di semi di soia statunitensi.

Anche i prezzi del frumento sono in calo. In particolare, il costo del grano rosso tenero di Chicago ha subito una perdita dell’8%, mentre quello del grano rosso duro è sceso del 2%.

 

Foto: Pixabay

redazione