Home Legislazione UE: le proposte di semplificazione della Politica Agricola Comune

UE: le proposte di semplificazione della Politica Agricola Comune

727
0

La Commissione Europea ha presentato in marzo le proposte per rivedere alcune disposizioni della Politica Agricola Comune (PAC), mirando a semplificare il carico amministrativo per gli agricoltori dell’UE, pur mantenendo una politica agricola forte, sostenibile e competitiva. Come spiega la stessa Commissione queste proposte, riguardanti la condizionalità e i Piani Strategici della PAC, puntano a ridurre il carico legato ai controlli per gli agricoltori dell’UE e a fornire loro una maggiore flessibilità nel rispettare determinate condizionalità ambientali. Le amministrazioni nazionali beneficeranno anche di una maggiore flessibilità nell’applicare determinati standard.

Secondo la Commissione questa è la risposta diretta alle centinaia di richieste ricevute dalle organizzazioni rappresentative degli agricoltori e dagli Stati membri e integra le azioni a breve termine già in corso della Commissione per ridurre il carico amministrativo per gli agricoltori. Nelle intenzioni di Bruxelles, la proposta serve a stabilire il giusto equilibrio tra la necessità di mantenere il ruolo della PAC nel sostenere la transizione dell’agricoltura europea verso pratiche più sostenibili, le aspettative degli agricoltori, come degli Stati membri, e l’obiettivo di raggiungere un accordo rapido tra il Parlamento europeo e il Consiglio.

Per rispondere a tutte le preoccupazioni espresse nelle scorse settimane, la Commissione sta inviando al Consiglio e al Parlamento europeo un documento di riflessione che illustra diverse misure per migliorare la posizione degli agricoltori nella catena di approvvigionamento alimentare. Questo elenco di azioni possibili sarà discusso con i ministri dell’agricoltura nel prossimo incontro del Consiglio.

“La Commissione sta adottando misure forti e rapide per sostenere i nostri agricoltori in un momento in cui si trovano ad affrontare numerose sfide e preoccupazioni” ha dichiarato la Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen. “Stiamo inviando un messaggio chiaro: che la politica agricola si adatta alle realtà in cambiamento pur rimanendo concentrata sul principale obiettivo di proteggere l’ambiente e adattarsi ai cambiamenti climatici. La Commissione continuerà a sostenere fermamente i nostri agricoltori, che mantengono la sicurezza alimentare dell’UE e sono in prima linea nella nostra azione per il clima e l’ambiente”.

Il sistema di condizionalità e la messa in riserva di bilancio, insieme a una serie di altri strumenti chiave dell’architettura verde della PAC, rimangono in vigore per garantire un livello complessivo più elevato di ambizione della PAC attuale rispetto al passato.